Via Francigena e Percorsi per la Mente

La Via Francigena.
In un mondo sempre più frenetico, dove i rapporti sociali sono ai minimi storici, si sta affermando un nuovo turismo responsabile e riflessivo.
Sono i cammini, dalla Via Francigena al cammino di Santiago de Compostela, e molti altri.
Credo che da Toscano e amante della mia regione sia opportuno parlare della Via Francigena.
Ci tengo a sottolineare che ad oggi non ho intrapreso questo tipo di percorso, ma parlare con persone vicine a me mi ha fatto venire voglia di dare voce alla loro esperienza.

La Francigena Era un percorso non codificato che riuniva i fedeli provenienti da tutta Europa durante il loro cammino verso l’Italia; si trattava di un conglomerato di più strade, che si riunivano insieme per sicurezza, comodità ed ospitalità.


Source Luciano Bartalucci 

L’aspetto principale che tutti sottolineano è che non si tratta di una semplice passeggiata nel bosco, fatta di chiacchiere e musica. Il cammino viene intrapreso prima con lo spirito, poi con il cuore , poi con la testa e solo alla fine con le gambe.
Molto importante è cercare di attraversare la Toscana con lo spirito, cercando di ritrovare se stessi, cammino fatto di silenzio udendo I rumori della natura, cercando di guardarsi all’interno trovando il percorso della nostra vita. Questo ci permette di scendere nello spirito del cammino che fa riscoprire l’amore per la natura, la fratellanza, la condivisione e il volerci veramente bene, ci fa riscoprire il nostro prossimo.

Francigena significa arrivare alla tomba del Principe degli Apostoli pensando che anche Lui ha lasciato impronte su questa via, che ci trasmette quella energia spirituale che non ha confronti su altri cammini. Lungo il percorso possiamo pernottare grazie alla presenza di alcuni ostelli, o camere messe a disposizione dei Pellegrini dagli istituti religiosi , o alcuni B&b che destinano alcune camere all’accoglienza “ povera”. ( non ci dimentichiamo mai il motivo per cui dovremmo intraprendere questa esperienza di vita).

 

In Toscana ci sono 15 percorsi che si riuniscono tra loro, per sicurezza dei pellegrini, e che tutti portano a Roma, con partenza da Canterbury. 

Anche se l’impegno della Associazione Toscana delle vie Francigene è molto presente ed attiva, i mezzi a loro disposizione sono sempre pochi e non sufficienti a monitorare in maniera costante ed efficace tutti i sentieri. Sicuramente ci sono ancora molte cose da migliorare, come la segnaletica dei percorsi, la manutenzione degli stessi, ed un rafforzamento dell’offerta di pernottamento, ma i riflettori accesi su questo tipo di turismo, sta convincendo i comuni e la regione ad investire sempre di più nella valorizzazione dei percorsi della via Francigena.

E allora, se vi è venuta voglia di intraprendere una cammino, non vi resta che decidere quale dei percorsi fare, o perché no, decidere di farli tutti.
LINK UTILI:
Tutti i Percorsi
Un saluto a presto
Gabriele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *